Ecologica


Vai ai contenuti

Volatili

Il piccione è tra i volatili molesti quello che crea le maggiori preoccupazioni nell’ambiente urbano. In un’epoca in cui si parla con grande enfasi della conservazione e protezione delle specie volatili e in cui milioni di persone concorrono ad alimentare ed aiutare i nostri amici pennuti è difficile rendersi conto che il piccione è portatore, direttamente o indirettamente di malattie, alcune delle quali mortali, contagiose per l’uomo e per gli animali domestici.
Tra le più pericolose ricordiamo:
Criptococcosi Istoplasmosi Ornitosi - Salmonellosi ed i loro agenti patogeni trovati negli escrementi dei piccioni ; spesso non è necessario il contatto diretto: il vento, gli aspiratori, i ventilatori possono trasportare la polvere infetta delle deiezioni secche negli appartamenti, nei ristoranti, negli uffici, ecc. contaminando gli alimenti, gli utensili, la biancheria, ecc. innescando i processi infettivi.
Tenendo presente che la legge 968 del 1972 inserisce i piccioni ed i colombi tra i “ beni ambientali “ e perciò “ patrimonio indisponibile dello Stato “, pertanto, senza permesso, non si possono né catturare, né sterilizzare e tantomeno avvelenare.
Uno dei mezzi incruenti per l’allontanamento, attualmente più usati sono: le reti, i dissuasori a spilli oppure il repellente in pasta, anche se quest’ultimo trova sfavorevoli gli Enti protezionistici, in quanto gli uccelli di piccola taglia possono restare invischiati.
Di notevole importanza per una buona riuscita dell’allontanamento dei volatili è la pulizia e la rimozione dei siti di nidificazione, successivamente una buona
sanificazione e disinfestazione al fine di eliminare cimici – zecche – acari causa di infestazioni all’interno degli edifici.




Torna ai contenuti | Torna al menu